Art. 1

L’Istituto von Mentlen, già Ricovero von Mentlen, è una fondazione privata, costituita per disposizione di ultima volontà della defunta signora Veleria von Mentlen ved. fu ingegnere Rocco, nata Bonzanìgo, e meglio come al suo testamento olografo del 20 agosto 1907, regolarmente pubblicato in data 30 agosto 1910.

Art. 2

Scopo della Fondazione, secondo la precisa volontà della fondatrice è quello di creare un ISTITUTO o RICOVERO PER L’INFANZIA ABBANDONATA e ciò onde adempiere all’ultima volontà del suo carissimo figlio Ermìnìo. Per infanzia abbandonata intende la testatrice i bambini poveri, orfani od abbandonati dai loro genitori ed anche quelli che per miseria o disgraziate condizioni dei genitori si trovassero esposti a sofferenze o pericoli. Avranno diritto di preferenza in prima linea i bambini attinenti al Distretto di Bellinzona.

Art. 3

È desiderio della fondatrice che una comunità di religiose sia presente ed attiva nell’Istituto.

Art. 4

Sede della Fondazione è Bellinzona. I suoi organi funzionali sono:

a) la Commissione Amministrativa;

b) la Direzione.

Art. 5

1) La Commissione Amministrativa è composta da 3 a 7 membri, di cui:

a) un membro del Capitolo della Collegiata di Bellinzona (cioè l’Arciprete o un Canonico); in caso di rinuncia o comunque di impossibilità, sarà scelto un parroco delle parrocchie della Città di Bellinzona;

b) un membro del casato della testatrice (essendo il casato von Mentlen estinto) o una persona designata dallo stesso casato;

c) un Cittadino patrizio di Bellinzona.

In caso di vacanza la nomina di sostituzione viene fatta dagli altri membri; in caso di mancato accordo o per altra impossibilità, dal Presidente del Tribunale di Appello, ritenuto che in ogni caso siano sempre salvaguardati i criteri di rappresentanza sopra indicati e lo spirito informativo dell’atto di fondazione (testamento).

2) Compito della Commissione Amministrativa è quello di amministrare nel miglior modo la sostanza della pia istituzione, di vigilare sull’andamento dell’Istituto e sull’osservanza delle volontà precisate dalla fondatrice nel suo testamento.

3) La Commissione Amministrativa decide sulla rappresentanza della Fondazione e le relative modalità della firma. Può conferire il diritto di rappresentanza anche a membri della Direzione o a Dipendenti dell’Istituto.

4) Spetta pure alla Commissione Amministrativa la tenuta della registrazione relativa alla sostanza dell’Istituto.

Art. 6

La Direzione è affidata a una persona laica o a Suore designate dalla Commissione Amministrativa. La Direzione ha la responsabilità e deve provvedere a tutto quanto riguarda l’esercizio dell’Istituto. Le sue competenze e le condizioni per l’ammissione dei bambini interni ed esterni sono stabilite conformemente all’art. 2 del presente Statuto ed al concetto pedagogico (1991) approvato dalle competenti autorità.

Art. 7

La Direzione dell’Istituto tiene regolare registrazione delle entrate derivanti dall’incasso delle rette e da eventuali sussidi ecc., nonché delle spese ordinarie e straordinarie d’esercizio. Essa presenta a fine anno un resoconto e un bilancio consuntivo unitamente ad un bilancio preventivo per l’anno susseguente. Tutte le spese straordinarie devono essere preventivamente autorizzate dalla Commissione Amministrativa. I legati e le donazioni vanno di regola, cioè salvo diversa disposizione del Benefattore, versati alla Commissione Amministrativa ed andranno in aumento del patrimonio della Fondazione.

Art. 8

Per tutte le questioni riguardanti lo spirito e l’indirizzo della Fondazione o la sua indipendenza dagli organi dello Stato, fanno regola le disposizioni testamentarie della fondatrice.

Art. 9

Il presente Statuto è stato sottoposto per l’approvazione alle Autorità cantonali di vigilanza, ai sensi dell’art. 83 e relativi del Codice Civile Svizzero.


LA COMMISSIONE AMMINISTRATIVA DELL’ISTITUTO VON MENTLEN


Bellinzona, 20.02.2002